Latest Entries »

Cambio Casa

Questo blog di wordpress si è trasferito su www.poetaminore.it

Se avete piacere di continuare a seguirlo, ci trovate lì 🙂

Annunci

Alchemaya – i testi

Trovate l’articolo aggiornato qui:

http://www.poetaminore.it/2018/02/04/alchemaya-i-testi/

 

 

Ho provato a ricavarle dall’ascolto dell’unica versione di Alchemaya disponibile online . Gradirei aiuti e suggerimenti da voi lettori.

 

IL DILUVIO DI TUTTI

Non più allegoria, Né mito o leggenda

Ma dei troppo umani, e uomini schiavi

D’immonda gelosia

Un buio di cielo, precede gli schianti

Schianti dal cielo è la terra di Atlantide

Slitta nel fondo, nel fondo…

Centocinquantagiorni

Scroscia il secondo battesimo

Lasciando illesi, quelli dell’Arca

(altra strofa non comprensibile)

 

LA TAVOLA DI SMERALDO

Io, signore del mistero

cento volte dieci discesi

nell’oscuro ………

a berne le acque segrete

dove i possenti estendono ai tempi

le vite loro

Tu, uomo del presente

stella triste, confinata sempre nelle sciocche voglie

del tuo corpo, fuggi ………………….. uguale

e ignorare ciò che non esiste

perchè esiste in altre forme

….

della tua luce fai di te stesso sentiero

….

la carne tua

Molte le razze che stanno ognuna

nel proprio mondo, con la propria luna

Certe guadagnano le altezze

ed altre il profondo

ma …

non …

creare città da rosa e oro

per la loro sete di conoscere Dio

Io signore del Mistero

mille volte ancora scenderò

nell’oscuro di …

a berne le acque e i segreti

dove i possenti estendono ai tempi

le vite loro

 

VUOTA DENTRO

Bella uniforme a strati

massiccia la terra

una boccia enorme, tra i pianeti

ma se dentro invece fosse vuota

e al suo centro, dorasse una luce

remota

Da … scoperto il Brasile

si scende per scale, sbattuti dal vento

… ti guardo

arrivando alle viscere di un altro mondo

Il sole che appare è più rosso

e rimane lì fisso

di notte

E l’uomo abitante da questo lato

è un gigante pazzesco nato buono

 

VISIONI AD HARRAN

Un caldo febbrile

infetta le antiche rovine

e una mappa sussurra come le streghe

Javeh non mi vede

ha lasciato la terra

Javeh non mi vede

ha lasciato la terra

Non le dare torto

che intanto pareva ai giudei

di … niente

così com’è stato evidente

Persi un poco prima

che rotto dall’ira

sfidò l’infinito

… profeta Ezechiele

e questo sparì in un cratere

nello stesso pianeta

Il Dio della luna

tornò a Babilonia

calmato dal un patto

dell’altro s’ignora la sorte

Ma transita a volte

su qualcosa che vola

Ma transita a volta

in qualcosa che vola

 

ALCHIMIA

E’ la forma che dilunga il …

perchè l’anima funga da sviluppo è necessario che schivi

tutto quello che pare umorale desiderio

Se penso all’infinito spazio temporale

il suo darsi da fare per una vita serena

e da uno strano senso di pena

che …

… la crosta terrestre

una voglia di scendere

a vedere se queste…

valgono ancora in assenza di luci

oppure al contrario

salire un momento al putiferio delle stelle

così per il gusto di fare l’imbecille

nel buio … del firmamento

Prosegue la danza delle materie

… sangue nelle arterie

prosegue all’inverso e si espande in esterno

ma qui nessun centro ha la verità

ci si attacca…

quando il flusso degli eventi

come il fiume ci scorre davanti e poi scappa

prosegue l’azione senza di noi

Sola..

Tu mente alchimista

con l’esercizio fai l’uomo più brullo

di casta divina

e l’oro da una vena del metallo

l’oro da una vena del metallo

e l’oro da una vena del metallo

 

 

 

 

 

 

Bologna

Palermo 2010

per RadioItalia live 02/04/2013

Con Niccolò e Daniele a Rimini 31/12/2014

Civitanova Marche (MC) 12/08/15

Con Francesco

Palalottomatica 2014 Fabi Silvestri Gazzè

Torino 11/11/2015

Udine, 2016

Fnac Firenze 2016

Roma. Raduno 2016. 04/06/2016.

Parco della Musica, 2017

to be continued…
segnalateci nei commenti la vostra versione preferita

Da “Prisoner709” un featuring d’eccezione

Nulla

 

Nulla cade dal cielo, ad eccezione delle stelle
quando avvolte nel velo della notte come perle
scivolano dal niente, dentro ai sogni della gente

Nulla sfavilla al confronto dei lunghi albori sul mare
quando lampi amaranto fabbricano martingale
di luce sospesa, pendente
a sorreggere l’orizzonte

Nulla segna la mente
penetra invade conquista
come il pensiero costante di averti vista

Nulla precipita agli occhi più di abissi o spaccature
se visti da certe alture di nuvole pennacchi
il resistere tenacemente di ogni essere vivente

Nulla crepita e schiocca
tra parole in assemblea
come fa un’idea
che di quelle non trabocca
ma persevera
finché giunto sia l’istante

Nulla segna la mente
penetra invade conquista
come il pensiero costante di averti vista

Nulla interrompe e spariglia
le cose ed il loro andamento
come la grandine e il vento
quando ogni chicco è una biglia
e di quell’altro soltanto furente
l’urlo impazzito si sente

Nulla segna la mente
penetra invade conquista
come il pensiero costante di averti vista

Edera

Per tutti i gusti. Segnalate la vostra esibizione preferita! 🙂

 

 

X Factor Audition per Max Gazzè al Parco della Musica 30/12/17

 

Daniele Silvestri “La credenza”

 

Carmen Consoli “Amore di Plexiglass”

“Una musica può farro” – Max Gazzè Live a Collisioni Roma, Parco della Musica

Con Daniele Silvestri e Carmen Consoli

Sempre bello rivederlo